Pittura: Acquerello, Acrilico, Olio e Shabby

| |

ACQUERELLO

L’acquerello o acquarello è una tecnica pittorica che prevede l’uso di pigmenti finemente macinati e mescolati con un legante, diluiti in acqua. L’acquarello è una tecnica popolare per la sua rapidità e per la facile trasportabilità dei materiali, che lo hanno reso la tecnica per eccellenza di chi dipinge viaggiando e all’aria aperta. Affine all’acquerello è la tecnica gouache o guazzo.

Gli acquerelli sono disponibili in commercio in diversi formati:

  • In pasta: venduta in tubetti da spremere, in genere da 5 o 15 ml
  • solido: si tratta di acquerello asciugato ed estruso in lunghe strisce e quindi tagliato in panetti secchi detti godet o mezzi godet a seconda delle dimensioni. Essendo solidi sono più pratici per l’uso in viaggio o all’aperto.
  • liquido: di recente introduzione sul mercato, possono essere usati puri o diluiti e si prestano all’uso con aeropenna.

Esistono inoltre tavolozze pronte contenenti pastiglie di acquerello secco, da inumidire con il pennello.

Il supporto più usato per questa tecnica è la carta, che viene usata preferibilmente ad alta percentuale di cotone puro, in quanto la fibra lunga di questo vegetale non si modifica a contatto con l’acqua

La stesura dell’acquerello può avvenire secondo una di queste tecniche:

  1. Per velature sovrapposte, le quali, oltre a conferire forza e tonalità al colore stesso, conferiscono al disegno preparatorio, solitamente eseguito a matita leggera, la profondità pittorica utile alla rappresentazione dei volumi, delle ombre e della luce;
  2. Pittura bagnato su bagnato, ovvero stesura del pigmento colorato effettuata sul foglio di carta bagnato in precedenza cosicché i colori si diffondano scorrendo e conferendo un aspetto soffuso al dipinto;
  3. Pittura bagnato su asciutto in cui il pigmento viene steso dopo essere stato disciolto con una quantità d’acqua sufficiente a farlo scorrere sul foglio asciutto.

PITTURA ACRILICA

La pittura acrilica è una tecnica pittorica nata in epoca relativamente recente.

I supporti possono essere i più disparati, dai fogli da disegno (tipo Bristol), al cartone, alla tela, al cartone telato, ai supporti di legno (anche compensato). Vengono usati, oltre che per l’esecuzione di dipinti, per la decorazione muraria e quella degli oggetti più disparati, la loro buona resistenza unita alla relativa economicità e veloce asciugatura ne fanno un prodotto di largo uso. Si può rallentarne l’asciugatura con una moderata aggiunta di glicerina.

Caratteristiche della pittura acrilica è la rapidissima asciugatura, facile stesura e la traslucidità una volta asciutta. Il difetto degli acrilici è quello di non permettere la tecnica della sfumatura, come viene eseguita nella pittura ad olio. 

PITTURA A OLIO

La pittura a olio è una tecnica pittorica che utilizza pigmenti in polvere mescolati con oli essiccanti.

L’olio è un ottimo legante che indurisce nel tempo per contatto con l’ossigeno presente nell’aria formando una pellicola insolubile e resistente (polimerizzazione). La possibilità di creare finissime velature trasparenti e di lavorare il colore “nel bagnato” permette di ottenere effetti di luce e di profondità difficilmente raggiungibili con altre tecniche pittoriche. Consente inoltre di ampliare la gamma cromatica, ammorbidire le sfumature e potenziare il modellato[2]. I colori impastati con l’olio, una volta asciutti, garantiscono una lunga durata soprattutto rispetto alla tempera, mantenendo pressoché inalterati i valori cromatici. Grazie a queste caratteristiche, la pittura a olio si è diffusa in tutta Europa favorita anche dai commerci dei mercanti che, apprezzandone i vantaggi pratici, trasportarono i dipinti su tele arrotolate molto più leggere e maneggevoli delle rigide tavole di legno.

PITTURA SHABBY

La pittura shabby è uno degli stili più di tendenza. Se dovessimo stare alla lettera, la traduzione italiana della parola inglese “shabby” sommata al termine francese “chic” sarebbe “trasandato sofisticato“.

Se è vero che lo stile provenzale contempla molto spesso mobili shabby chic, è altrettanto vero che questa tecnica di verniciatura non può risolversi esclusivamente nel provenzale. Sarebbe riduttivo. Mobili shabby chic oggi possono rendere uniche location progettata intorno ad altre linee guida, magari spezzando contesti di design ultra moderno.

La vernice per legno è di importanza decisiva nella realizzazione della tecnica shabby chic. Quindi, se siete interessati alla realizzazione di mobili con questo stile, siete atterrati sul post giusto.

Richiedi informazioni sui prossimi corsi di Pittura!

Richiedi informazioni sul corso
Che livello hai di conoscenza della tecnica? *

Lascia un commento

WhatsApp chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: